Privacy Policy
Kindle2

Kindle3

Onyx book 60

Essendo in procinto di scegliere un Ebook Reader ritengo che questo post del forum simplicissimum sia molto interessante e dia alcune risposte tra chi come me ha molti PDF da leggere.


1) qualità costruttiva generale e materiali impiegati: anche se tutti e tre sono costruiti in Cina, il migliore rimane il Kindle 2, sia perchè costruito con plastiche migliori, sia perchè il retro non è di plastica ma (come Ipad) di alluminio, che dà una migliore impressione al tatto ed una sensazione di maggiore solidità. Di contro sia il Kindle 3 e l’Onix hanno il retro in plastica e sono talvolta difficili da tenere in mano, dato che la cornicetta anteriore ha una ridotta superficie. In particolare mi sono accorto che dopo pochi giorni d’uso, il coperchio posteriore del Kindle 3 era sollevato, forse per la pressione derivante dall’inserimento dello spinotto di alimentazione e di collegamento; ho cercato di richiuderlo ma ci sono riuscito solo parzialmente. Anche i bottoni anteriori (in particolare il c.d. 5 way button) sembrano un po’ fragili nel Kindle 3, nel quale manca peraltro il tastierino numerico (per comporre i numeri occorre premere apposito pulsante);



2) qualità del video: il migliore è indubbiamente quello del Kindle 3, non tanto perchè il fondo è bianco (è invece ancora grigio, anche se di tono leggermente più chiaro), ma perchè i neri dei caratteri sono più intensi; il Kindle 3 “gira” inoltre con una versione 3 del software (mentre per il Kindle 2 è disponibile solo la versione 2.5) che consente di cambiare leggermente i caratteri (sono presenti, oltre al tradizionale carattere American type writer, anche un carattere condensed ed un carattere a bastoncino). Per ciò che concerne il video, il meno contrastato è quello dell’Onix che tuttavia, grazie alla superiorità del software, consente di mutare i caratteri a piacimento (io gli ho montato molti caratteri che utilizzo con il mio computer: suggerisco in particolare i caratteri Rockwell, che assomiglia molto all’appena menzionato carattere standard del Kindle ed il carattere Georgia). La scalabilità dei caratteri è molto più graduale nell’Onix, il quale, ripeto, ha un software di gestione che sembra superiore agli altri due contendenti;



3) portabilità e dimensioni: il più piccolo e leggero è indubbiamente il Kindle 3, che tuttavia risulta leggermente più spesso della precedente versione; l’Onix ha delle dimensioni (ed uno spessore) leggermente superiori, mentre il più grande di tutti è il Kindle 2 a causa della più ampia cornicetta esterna, che tuttavia facilita la presa nel corso della lettura, consentendo un pieno appoggio delle dita senza toccare lo schermo. Nel Kindle 2 le maggiori dimensioni (che tuttavia non impediscono di inserirlo nella tasca laterale di una comune giacca da uomo) sono in parte compensate dal ridotto spessore.



4) leggibilità del testo: se si considera il contrasto, il migliore è senza dubbio, come già detto il Kindle 3; ma se si guardano altri fattori, vince l’Onix. Ad esempio l’Onix ha un sistema di sillabazione automatica del testo che non esiste nei due Kindle ed è insuperabile nella lettura dei files Adobe Acrobat, i quali sono praticamente illeggibili nei due Kindle, dato che questi due ultimi devices hanno una funzione che consente di ingrandire solo parte del testo, mentre l’Onix – come risulta in fase di caricamento del sistema operativo – ha una funzione elaborata dalla stessa Adobe che consente di ridimensionare i caratteri e prevede l’automatico reflow del testo. Se si hanno quindi molti pdf, l’apparecchio migliore per leggerli è l’Onix, mentre nel caso dei due Kindle l’unica possibilità che rimane è quella di convertirli (con Mobi Poket Creator o con Calibre).



5) estetica ed eleganza: per questa voce vince a mani basse, a mio avviso, il Kindle 2, non solo perchè i materiali costruttivi (dalla plastica all’alluminio posteriore) sono migliori, ma perchè il colore (bianco) conferisce all’apparecchio una maggiore eleganza. Gli altri due sembrano, per la qualità delle plastiche utilizzate, più “cinesi” e meno eleganti. In particolare, il nuovo colore grigio scuro del Kindle 3, anche se aumenta la sensazione di maggior contrasto dello schermo, sembra meno elegante ed il tasto che comanda 5 funzioni sembra un po’ fragile e destinato col tempo a guastarsi; di contro nella versione 3 del Kindle è scomparso il rumore che produce la versione 2 nel caso di cambio della pagina.

6) durata della batteria: La Amazon afferma che la durata sarebbe doppia rispetto a quella della precedente versione del Kindle (addirittura 30 giorni, piuttosto che gli originari 15 giorni).

Pur avendo il Kindle 3 da pochi giorni, ho potuto tuttavia constatare che la durata promessa sembra molto ottimistica ed addirittura inferiore a quella del Kindle 2. Infatti, utilizzando i due apparecchi per lo stesso tempo, mentre dopo due o tre giorni il Kindle 2 ha ancora quasi integro il simbolo della batteria, nel Kindle 3 il simbolo presenta una riduzione della tacca di oltre un terzo. Preciso che in entrambi era stato disattivato il collegamento wireless.

Il che rafforza il convincimento che il Kindle 3 non sia  una evoluzione del Kindle 2 (eccezion fatta per ciò che riguarda lo schermo, indubbiamente migliorato), ma una sua versione economica, destinata ad acquisire nuovi clienti, per via del prezzo più basso.


L’deale per me sarebbe un apparecchio con lo schermo del Kindle 3, con le qualità costruttive del Kindle 2 e con il software di gestione dell’Onix. Ma per trovarlo occorrerà ancora aspettare qualche tempo, anche se, per via della politica dei prezzi, c’è da prevedere uno scadimento delle qualità costruttive generali.


http://feedburner.google.com/fb/a/dashboard?id=rgjdoi665ii5op64ls2ogfrmr8

stefano.negro

Nato a Genova dove vivo attualmente. Amante della tecnologia, del trekking e della montagna. Uso Mac, Linux e altro. 49ers and Genoa fan. https://twitter.com/stblack https://it.gravatar.com/stewenergy

2 commenti

Mauro Gaggiotti · 16 Settembre 2010 alle 15:41

Ciao ST
se vuoi, alla prossima riunione di ALID, ti porto il MIB APAD da 7″ con Android, così ti puoi rendere conto di come si possano leggere bene gli ebook (molto meglio che su un ebook reader) spendendo soltanto ca 100 Euro 😉

stblack · 16 Settembre 2010 alle 15:44

Ciao Mauro.
interessante. Molto.
Certo che sono interessato.
Grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: